Cristiano Turato: “Magari un duetto con Subsonica, Caparezza”

Cristiano Turato: "Magari un duetto con Subsonica, Caparezza", ecco la video esclusiva di Bellacanzone all'ex voce dei Nomadi.

L’ex voce dei Nomadi, CRISTIANO TURATO torna sulle scene con un nuovo progetto discografico! Il 10 aprile esce il nuovo album di inediti,“LA FESTA” (etichetta Aereostella), anticipato dai due singoli“Atlantide”(certificato oro in Brasile con più di 1.500.000 ascolti collecting streaming) e“Follia”.Il disco sarà disponibile in tutti i negozi, in digital download e sulle piattaforme streaming. 

La festa” è un album composto da dieci brani inediti in cui il cantautore rivive i momenti più importanti della sua vita analizzando le scelte compiute nel corso degli anni, senza rinnegare nulla. 

Come nasce l’album La festa?

Nasce dalla mia voglia di sorridere al nostro paese, l’Italia, maltrattato un po’ da tutti, pure da noi italiani. Nasce dentro la stanza di un b&b dopo un concerto in Calabria. Nasce con la voglia di liberare tutta la mia gioia e raccontarla attraverso le parole e la musica.

Qual è il filo conduttore di questi brani?

Il filo conduttore è la mia vita in continua evoluzione. È la magia di un cammino che non finisce mai ma che continua nonostante le tante difficoltà della nostra quotidianità. Se dovessi cercare le fondamenta di questo lavoro, le troverei nell’amore verso la vita e la sua incantevole storia.

Vuoi parlarci della tua esperienza come cantante dei Nomadi?

Come scrivevo prima, la mia vita è in continua evoluzione e trovo inopportuno per la mia persona parlare e scrivere del mio passato.

Con quali artisti del panorama musicale italiano ti piacerebbe collaborare?

Subsonica, Negrita, Elisa, Caparezza, Fabri Fibra, Frankie Hi-Nrg mc, Fiorella Mannoia forse J-ax.

Nei prossimi mesi dove ti vedremo?

Difficile a dirsi visto la situazione. Se tutto andrà bene, in giro per l’Italia con il mio Tour: “La festa”.

In questo periodo difficile secondo te la musica può salvarci dalla crisi? Come?

La musica salva sempre. Ha il potere di elevare le coscienze, di rompere le convinzioni, di cambiare le cose. Quello che manca è la volontà di capirla, sentirla risuonare fino in fondo all’anima. Dio è nella musica ma quasi nessuno lo sente più.