Ziliani: “Civico 37 è un continuo rimbalzare di sentimenti tra una persona e un amaro”

Ziliani: "Civico 37 è un continuo rimbalzare di sentimenti tra una persona e un amaro", ecco cosa ha detto l'artista a Bellacanzone.

Da venerdì 27 novembre è in radio e disponibile sulle piattaforme streaming e in digital download “CIVICO 37(Primalbox / Sony Music Italy), il nuovo singolo di ZILIANI

CIVICO 37” è una canzone che ricorda la funky-disco retrò ma che strizza l’occhio anche al mondo musicale moderno. La linea melodica della voce, invece, prende spunto dalla musica italiana degli anni Settanta. 

Come nasce Civico 37?

Civico nasce a Macerata. È una canzone che racchiude 5 giorni vissuti là con i Miei Migliori Complimenti per il concorso di Musicultura. Suonavo la batteria e, pre e post concorso, ero sempre al Civico, un locale semplice ma molto accogliente. Lì ho anche conosciuto una ragazza e il Varnelli. Realmente non sapevo come comportarmi perché ero attratto allo stesso livello da entrambi. Civico 37 è quindi un continuo rimbalzare di sentimenti tra una persona e un amaro. Tra l’amore e l’anice, Tra il sole e la pioggia.

Stai già lavorando a nuovi brani? Vuoi anticiparci qualcosa sia dal punto di vista delle tematiche sia delle sonorità?

Si sto lavorando tanto a dei brani nuovi. Le sonorità saranno simili a Civico 37, ma ci sarà ancora più ricerca anche nella musica dance e funky di adesso, guardando un po’ all’estero. Parcels, Jungle, Metronomy, Franc Moody mi stanno dando tanta influenza senza dimenticarci però della nostra bellissima musica italiana degli anni 60/70/80. Le tematiche saranno un po’ diverse ovviamente, anche perché nel corso degli anni si cresce e si cerca sempre di scoprire al meglio se stessi. O almeno ci si prova.

Come vedi il futuro della musica dal vivo in Italia?

La risposta a questa domanda non dipende assolutamente da me. La musica dal vivo sta chiaramente passando un periodo nero, ma sono abbastanza convinto che tornerà. O, almeno deve tornare. Oltre al lato artistico, questa macchina dà lavoro a tantissime persone che ricoprono tantissime figure. Cantante, musicista, manager, fonico, lucista, light designer, quelli del video, backliner, booking ecc. La musica è un settore che ha la stessa importanza di una fabbrica, di un supermercato, di una farmacia. È una catena di montaggio, soddisfa i bisogni primari e ti fa stare bene. Quindi che differenza c’è tra questo e i famosi beni primari?  Penso che tornerà più forte di prima perché la voglia di tornare, da parte di tutti, è davvero tanta. 

Dove ti vedremo nei prossimi mesi?

Nei prossimi mesi sarò tanto nella mia saletta assieme a Thias (visto impossibilità di fare tour sia da tecnico che da musicista). Invito a farvi un giretto. Sta sotto il bar DNA ad Arco. Anzi siete tutti i benvenuti se mi portate un caffè d’asporto! L’invito è chiaramente valido anche a voi amici di Bellacanzone. P.S.: ricordate la mascherina!